HyperSurfaces | Tutte le superfici diventano Smart

L'ultima invenzione dell'italiano Bruno Zamborlin, rende sensibile al tocco qualsiasi superficie.


Si tratta di un sistema di microfoni che rende sensibile al tocco qualsiasi superficie con le quali è integrato, trasformandone le funzionalità, in sistemi di controllo avanzati.
Il progetto si chiama Hypersurfaces , progettato appunto da un italiano, Bruno Zamborlin , hypersurfaces facilità l'interazione tra uomo e macchina, con dei sistemi di nuova generazione, capace di trasformarne qualsiasi oggetto in interazioni sensibili al tocco.


La capacità di trasformare ogni superficie in un pannello touch è la vera missione di HyperSurfaces, il sistema è composto da una serie di microfoni di superficie , il tutto coordinato tramite un chip che rileva i segnali facendoli passare attraverso algoritmi di intelligenza artificiale, percependo inoltre le vibrazioni generate dal tocco con le dita, in base al tipo di utilizzo, se tocco semplice con il polpastello oppure una strisciata o una bussata con le nocche, il sistema si trasforma così in un pannello completamente touch , diventando sensibile appunto come un display per tablet  o smartphone.
La possibilità di utilizzo del sistema è abbastanza vario, si potrebbe utilizzare per accendere le luci in cucina, strisciando semplicemente la mano su una qualsiasi superficie a nostra scelta, oppure ancora, bussare con le nocche per accendere la tv o intervenire su un sistema multimediale connesso.
Il tutto ovviamente a una condizione, cioè, che i sistemi siano strettamente integrati con HyperSurfaces , per il momento il mercato più orientato è quello aziendale , vista la possibilità di poter creare prodotti in massa (tavoli, pareti,sedie ecc) .
Per poter quindi vedere i primi risultati bisognerà aspettare ancora qualche mese, probabilmente con i primi dell'anno.

Nessun commento

Powered by Blogger.