Internet | la navigazione diventa sempre meno "libera"

Diminuisce anno per anno la libertà di navigare su Internet.


Sul Web sta radicalmente frenando la libertà di navigazione , questo succede da un pò di anni a questa parte, secondo un report della Freedom House basato su una valutazione di 65 Paesi ,sembra proprio che anno dopo anno diminuiscano sempre di più le libertà online in tutto il mondo.

I Governi diventano sempre più autoritari, questo nuova forma di "potere" sta, piano piano , prendendo il sopravvento anche nel mondo digitale, infatti , si cerca sempre un maggiore controllo su tutti i dati utente, usando alcune leggi che risultano essere pianificate a pennello per combattere la diffusione di massa delle Fake News, causando appunto un maggiore controllo su ogni utente e di conseguenza minore libertà.



Infatti il rapporto di Freedom House mostra come da 8 anni a questa parte ci sia stato un vero e proprio declino delle libertà online in tutto il mondo, a parlare è stato appunto il presidente della società Mike Abramowitz  :" Internet era nato come una tecnologia liberatrice, negli anni è diventata la tecnologia principale  per combattere e distruggere le democrazie in contrasto, propaganda e disinformazione hanno avvelenato il mondo digitale, creando proprio ciò che non volevamo, autoritarismo e polisti lo utilizzano come pretesto per avvelenare giornalisti e critici". E' stato reso pubblico anche, un numero statistico, sulle principali Nazioni operanti, al vertice dei Governi con il maggior numero di violazioni c'è la Cina con l'88% del rapporto , seguita da Iran all'85% e Siria all'83%. Per quanto riguarda gli Stati Uniti , pesa tanto l'abrogazione della neutralità della rete, che la colloca in classifica, mentre L'italia ancora resiste con un rapporto pari al 25%.



Certo c'è da dire che la differenza è abbastanza considerevole tra libertà e sicurezza, infatti esistono dei Governi che limitano o chiudono addirittura l'accesso Internet ai propri cittadini, vedi Sri Lanka o India, decisioni che nascono proprio per evitare conflitti etnici o religiosi tra le varie comunità, in questo caso si parla meno di libertà, massimizzando il termine sicurezza nazionale, punti di vista particolari e soggettivi.
Il rapporto di Freedom House ha rilevato anche che i Governi di 18 paesi hanno aumentato la sorveglianza di Stato  dal 2017 ad oggi , considerando nuove leggi di protezione dati, con la possibilità di richiedere alla aziende i dati utente per facilitarne proprio l'accesso da parte dei Governi. In altri 32 Paesi sono stati monitorate conversazioni o chat e commenti, con l'utilizzo di robot e troll , proprio i servizi di messaggistica più famosi come WhatsApp stanno diventando il bersaglio principale per la manipolazione, risentendone in maniera spropositata, anche con la messa a punto della crittografa da parte del colosso di casa Facebook.
Da tenere in considerazione ci sono i paesi che attuano le tecnologie cinesi, poichè, sono ritenuti causa maggiore di tentativi di ampliare il sistema di censura e sorveglianza di Pechino a livello planetario.



Nessun commento

Powered by Blogger.