Cybersecurity | Pronto un piano di prevenzione da attacchi hacker

Il piano Ue per una strategia di cybersecurity sulla difesa di voli e aeroporti.


La EASA , l'agenzia europea per la sicurezza aerea ha stimato che, ogni mese, gli aeroporti subiscono più di mille attacchi hacker , destinati principalmente all'azzeramento dei servizi o a furti di dati personali.
Le compagnie aeree interessate non si interfacciano tra di loro a riguardo , benchè siano abituati a scambiarsi una marea di informazioni , e proprio questo risulta essere una delle maggiori complicazioni.
Per far fronte a questo disagio, la EASA lancerà nel corso del 2019 un nuovo piano di sicurezza informatica.
Il tutto nasce durante il meeting Itc2018 , dove  Rasmessen (direttore) è intervenuto con un  piano che prevede di istituire un centro comune che sviluppi difese specifiche per l'industria dell'aviazione,in cooperazione, fissando degli standard e iniziative congiunte tra tutte le compagnie per sventare le eventuali minacce provenienti dalla rete.

Istituita nel 2005 , con oltre 800 dipendenti , EASA, riunisce tutti gli Stati dell'UE compresi Svizzera , Liechtenstein Islanda e Norvegia e, garantisce la sicurezza dei voli in tutta Europa, continuando poi Rasmessen:" L'aviazione è un sistema interconnesso, è frutto di un continuo scambio di informazioni, dobbiamo essere sicuri che non ci sia un anello debole che, se infettato, permetta al malware di espandersi. Le persone ad oggi, sono più preoccupate della sicurezza fisica, ma noi dobbiamo assicurare le loro aspettative di volare sicuri, qualunque sia il problema".
La strategia principale quindi è quella di rinforzare le infrastrutture, riuscendo a prevenire quelle critiche , dal rischio di attacco informatico.
Di certo la carta migliore da giocare è la complicità tra le compagnie , come già successo nel settore navale , dove , l'accordo tra i vari Stati, compresa la nostra Fincantieri dimostra che cooperare è una delle strategie più importanti per rafforzare le difese, soprattutto quelle informatiche.

Nessun commento

Powered by Blogger.