Motori | ecco perchè sceglierne uno elettrico

I motori elettrici ed il futuro, zero emissioni, recupero energia e tutte le buone ragioni per sceglierne uno.


Ormai sia il presente che il futuro sono all'insegna dell'elettrico, le auto elettriche non sono più un "miraggio" ma sono diventate le auto del cambiamento, ecco spiegati i motivi per cui bisognerebbe acquistarne una.



Innanzi tutto, la manutenzione, di certo è molto meno costosa di un'auto tradizionale , grazie soprattutto alla minima usura delle parti meccaniche e al costo per alimentarle , a parità di chilometri percorsi, il costo a differenza delle auto tradizionali non è minimamente confrontabile, naturalmente per il prezzo molto inferiore.
Altro punto a favore delle auto elettriche è la parte relativa alle agevolazioni fiscali, giusto per incentivarne l'utilizzo.
Ma veniamo ai 4 validi motivi per cui bisognerebbe acquistarle.

Zero emissioni.
Una fra tutte è Volkswagen , che ha dotato le sue auto elettriche di un motore unico, per viaggiare sempre a zero emissioni, nel pieno rispetto dell'ambiente.
Motore silenzioso.
Qui lo sappiamo tutti, si viaggia nella "pace" più totale, nessun rumore, nessun inquinamento acustico e soprattutto una spinta sorprendente , basta notare lo 0 a 100 di una Tesla per capire di cosa parliamo.
Recupero energia.
Qui c'è tutta la tecnologia di cui necessita un'auto, la produzione di energia, infatti, grazie all'energia cinetica, prodotta dalla frenata, quest'ultima diviene utile per la trasformazione in energia elettrica, quindi niente è sprecato.
Ricarica e alimentazione.
Le auto elettriche possono essere ricaricate attraverso diverse modalità , dunque, la presa elettrica , qui le tempistiche sono più lunghe rispetto ad una Wall Box, facilmente installabile nella propria abitazione, che consente di ridurre notevolmente i tempi di ricarica, si può inoltre ricaricare presso le stazioni di servizio installate in giro per le città, qui le tempistiche sono molto rapide, permettono infatti di ricaricare l'auto dell'80% in soli 30 minuti.

Nessun commento

Powered by Blogger.