QUORA | Secondo la rete sociale gli Hacker hanno rubato più di 100 milioni di dati

QUORA pubblica un dato, secondo cui sono stati violati dati personali, email e messaggi privati per circa 100 milioni di utenti








Qualche settimana fa QUORA, che è una società dedicata all'informazione sociale, tra l'altro fondata da due ex dipendenti Facebook, ha pubblicato dei dati abbastanza interessanti sulla sicurezza informatica, la società infatti ha detto di aver scoperto che gli Hacker hanno fatto irruzione nei suoi sistemi e sono riusciti a rubare dati a circa 100 milioni di utenti.



I dati presi in considerazione costituiscono ampliamente la privacy personale di ogni utente sotto attacco, infatti si è trattato di dati importanti, quali dati utente ,come  nome, mail, e addirittura qualora fossero stati importati informazioni inerenti ad altri social network, anche queste ultime sono rientrate in serio rischio hackeraggio.
Secondo il CEO di Quora Adam D'Angelo " La stragrande maggioranza dei contenuti accessibili era già pubblica su Quora, ma è serio il problema di compromissione di altre informazioni private" , Quora inoltre ha già denunciato presso le forze dell'ordine , ed assunto un'azienda di digital forensics per capire cosa effettivamente sia successo, la violazione di circa 100 milioni di utenti è molto seria e D'Angelo continua a ribadire che Quora sta cercando di contenere l'incidente ed impedire che si verifichino ulteriori violazioni ai propri account in futuro "Stiamo lavorando rapidamente , per indagare ulteriormente sulla situazione e adottare delle misure di sicurezza per prevenire tali incidenti in futuro" .

Questo attacco che ha colpito profondamente Quora è un evento piuttosto comune ultimamente, in quanto enormi database di informazioni personali vengono violati ogni anno, questo accumulo di dati non fa altro che "aiutare" gli hacker, che, di conseguenza sono  in grado di estrarre grandi porzioni di dati privati in un unico "colpo" , così come accaduto a Facebook o meglio ancora a Sony , qualche anno fa , con la violazione dei propri database.

Nessun commento

Powered by Blogger.