Internet | La terra delle fake news e dei bot.

Su internet ormai prolifera la finzione, dalle fake news ai profili falsi, internet padrone delle truffe e della falsità.



Ormai sappiamo tutti che le fake news sono entrate di prepotenza nella nostra quotidianità, e questo ci fa sempre più preoccupare, internet ormai sta diventando sempre più "terra" di finzione.



A dimostrarlo è stato il New York Magazine, dove, lo scorso novembre, riporta la rivista, c'è stato l'arresto di otto persone con l'accusa di aver condotto truffe pubblicitarie per un valore di 36 milioni di dollari, cifre esorbitanti, pensando che il concetto di tutto ciò sia solo falsità.
Infatti le "operazioni " di truffa tramite pubblicità, tendono principalmente a dare importanza a due cose,  i siti che godono di buona reputazione, e le persone che vedono i loro annunci , così facendo gli hacker in questione , non hanno fatto altro che infettare circa 2 milioni di pc , in modo tale da portare traffico fasullo su delle pagine web , appositamente progettate per fare credere ai pubblicitari che queste ultime siano solo dei siti premium, portandoli all'investimento " fasullo", naturalmente si tratta di siti e visualizzazioni fake.



Si stima che circa il 40% del traffico generato su internet sia fake, una percentuale molto alta che in alcuni periodi dell'anno supera anche il 50% di tutte le news a livello planetario, tant'è che alcuni dipendenti di Youtube ( sul sito girano un sacco di visualizzazioni da bot, per generare più traffico e di conseguenza introiti)  hanno temuto che la quota di bot fosse talmente elevata da mandare il "tilt" il sistema per scovarli, portandolo a considerare fasullo il reale traffico degli esseri umani , con il noto fenomeno dell'inversione, lo stesso è successo a Facebook.



I bot , chat-bot, i sistemi di intelligenza artificiale, stanno cambiando il modo di vedere e di vivere il web, e di conseguenza, prendono il sopravvento su tutte le sue funzioni più "umane" , è il caso di Lil_Miquela, l'influencer Instagram, con più di 1 milione di follower, ma che in realtà si tratta solo di un aspetto grafico, di un personaggio che vive solo su Instagram , nella realtà virtuale, ma che continua a sponsorizzare grandi marche, come Prada , Hilfiger o Moncler.
Di certo è difficile fidarsi online , qualunque cosa può essere fake, ciò che leggete, ciò che comprate , qualunque cosa ha l'alta probabilità di essere fake, la troppa evoluzione tecnologica sta creando scompiglio, producendo software altamente professionali, in grado addirittura di "spacciare" una frase per un'altra, o un gesto per un altro, chiedendoci se noi stessi stiamo diventando delle intelligenze artificiali, come spesso ci viene chiesto, quando dobbiamo confermare di non essere dei bot con i famosi codici captcha.
Non sono più i robot a fingere di essere delle persone, ma decisamente il contrario.

Nessun commento

Powered by Blogger.