5G | Effettuato il primo intervento chirurgico a 3000 km di distanza.

5G vuol dire innovazione e soprattutto evoluzione, in Cina è stato effettuato il primo intervento a 3000 km di distanza.

5g primo intervento al mondo

Ling Zhipei, questo il nome del medico chirurgo che ha effettuato l'intervento a 3000 km di distanza, tutto questo grazie alla tecnologia 5G, impiantando un neuro-stimolatore nel cervello di un uomo affetto dal morbo di Parkinson.
Il dottore a Sanya provincia di Hanian , il paziente a Pechino , distanza ? 
3000 km.



E' impressionante la capacità rivoluzionaria della nuova tecnologia 5G , che dovrebbe molto presto arrivare un pò in tutto il mondo, infatti il dottor Zhipei è stato tra i primi che è riuscito nell'intento di effettuare un intervento chirurgico delicato, utilizzando esclusivamente la velocità della rete 5G, ovviamente provvisto di apparecchiatura specifica , intervenendo praticamente in tempo reale sul paziente da remoto, nessuna rete 4G sarebbe riuscita a garantire le bassa latenza e la stabilità oltre che la velocità del 5G , a causa proprio dei tanti lag e soprattutto della potenza effettiva che non è minimamente paragonabile a quella del 5G.
La stampa locale esalta la riuscita dell'operazione in tutti i sensi, essendo stato impiegato innanzitutto il tanto chiacchierato e potente chip Balong 5000 di Huawei,ma anche perchè l'operazione di per se si è conclusa con successo ed il paziente si è subito sentito bene dopo l'operazione.

La tecnologia 5G , come avevamo già citato, (trovate il link sotto): 


Viaggia decisamente su un altro livello, e questa ne è la prova, in quanto si può benissimo sfruttare in campo medico e per di più potrebbe consentire alle persone residenti in regioni lontane o povere, oltre alle zone di guerra, di ricevere aiuto immediato dai migliori medici di tutto il mondo, la larghezza di banda infatti e la bassa latenza, consentono un ritardo operativo bassissimo quasi inesistente durante gli interventi chirurgici, questo potrebbe realmente salvare molte vite, per assurdo, da remoto.
Quando la tecnologia riesca a salvare anche delle vite , rimanendo praticamente a casa.

Nessun commento

Powered by Blogger.