Airbnb , attenti alla truffa, come difendersi.

Truffa su Airbnb, Land Lordz il tool che crea annunci dannosi.

airbnb fake

Spesso e volentieri parliamo di sicurezza informatica, attacchi phishing e credenziali rubate, ormai è terra di conquista per i cyber-criminali, non è sfuggito all'attacco nemmeno Airbnb , ma potrebbe non essere l'unico, visto il potente tool Land Lordz , un gestore di false offerte molto valido.



I truffatori su internet non fanno altro che "rubare" denaro e, il settore viaggi e vacanze sta diventando per loro, una buona fetta di mercato, non fanno altro che puntare ai viaggiatori più ritardatari , che cercano disperatamente un alloggio o un biglietto aereo all'ultimo minuto , proponendogli siti farlocchi e pieni di pubblicità ingannevoli.
Per riuscire nell'intento, i cyber-criminali devono ingannare un buon numero di persone e per questo motivo devono pubblicare e gestire contemporaneamente annunci e pubblicità fake, questa volta a dargli una mano ci pensa il potente tool Land Lordz, si tratta di un servizio in abbonamento che aiuta ad automatizzare la creazione e gestione di annunci dannosi , dall'aspetto molto professionale , simili in tutto e per tutto ai più famosi annunci presenti appunto su Airbnb, il prezzo del pacchetto è di 550 dollari al mese , ed un hacker può gestire oltre 500 offerte, ovviamente false, ed interagire con oltre 100 potenziali vittime , il tutto in modo istantaneo.



Utilizzando quindi Land Lordz , i cyber-criminali creano potenziali truffe, che di default vengono inclusi in numerosi annunci di  Airbnb , prendendo nomi e foto da annunci già inclusi sul sito , su ogni offerta poi , viene specificato che il pagamento avverrà mediante Airbnb, se l'offerta quindi appare troppo conveniente per essere vera , gli utenti, come è ovvio che sia , cercano di contattare l'inserzionista per avere maggiori informazioni, da qui parte una mail di quest'ultimo,  con dei link che reindirizzano a un sito che non è assolutamente Airbnb , ma ha un aspetto molto professionale e molto simile all'autentico Airbnb, non appena l'utente digita le proprie credenziali di accesso , queste, vanno a finire direttamente nelle mani degli scammer ed il gioco è fatto.
Quindi il consiglio , per evitare truffe sui siti di viaggi e vacanze è quello innanzitutto di diffidare di offerte troppo allettanti e di non cliccare mai su link non affidabili, soprattutto se vi chiede il pagamento diretto o anticipato, il tutto ovviamente accompagnato da un buon antivirus  in grado di gestire link dannosi o potenziali phishing.

Nessun commento

Powered by Blogger.