Amazon , la Maxi truffa che ha rubato incassi a 100 venditori

Amazon , l'attacco alla piattaforma che ha sottratto gli incassi a 100 rivenditori.

amazon phishing

Sarebbero circa 100, i rivenditori coinvolti nell'attacco alla piattaforma Amazon, si tratterebbe secondo alcune fonti, di attacchi di tipo phishing che hanno permesso di hackerare alcuni account aziendali.



Bloomberg ,l'azienda che ha divulgato la notizia , cita espressamente i contenuti di una denuncia presentata da Amazon stessa alle autorità giudiziarie del Regno Unito, precisamente si tratterebbe di un periodo che va da maggio ad ottobre del 2018, ma è stata resa pubblica solo adesso per poter avere il tempo di condurre una buona investigazione sull'accaduto, anche se effettivamente le notizie che si hanno solo veramente poche , se non , come già citato la violazione effettiva degli account dei 100 rivenditori.
Gli hacker però , a quanto pare, sarebbero riusciti ad accedere agli account dei rivenditori e a modificarne le impostazioni sulla piattaforma centrale di vendita, della Banca Barclays Plc e di Prepay Technologies Ltd. per dirottare appunto tutti i pagamenti sui loro conti correnti.
E' inoltre probabile che l'attacco abbia sfruttato tecniche di spear phishing , si tratterebbe di una truffa tramite comunicazioni elettroniche o e-mail indirizzata a una persona, un'organizzazione o un'azienda specifica, sebbene abbia spesso l'obiettivo di sottrarre dati per scopi dannosi, i cyber-criminali potrebbero anche voler installare malware sul pc dell'utente preso di mira.



Un attacco quest'ultimo che ha preso di mira anche sviluppatori di estensioni del browser Google Chrome qualche mese fa, quindi ,non sono altro che attacchi supply chain e piuttosto sorprendenti, visto e considerato il tipo di azienda presa di mira, ovvero, Amazon, il più grande sito e-commerce al mondo.

Nessun commento

Powered by Blogger.