Global Coin la nuova criptovaluta di Facebook

Il nuovo progetto di Facebook, una criptovaluta tutta sua, Global Coin.


Prevista per l'anno prossimo, la nuova tecnologia di Facebook , si tratta esattamente di una criptovaluta da utilizzare all'interno del proprio ecosistema, dovrebbe chiamarsi Global Coin.

Si sa ancora poco di questa nuova moneta virtuale, quello che secondo alcuni è certo è che sarà probabilmente una Stablecoin, cioè, una criptovaluta a monete flat , come dollaro ed euro per intenderci, e permette quindi di mantenere un valore stabile nel tempo , a differenza proprio del Bitcoin , tanto per fare un esempio, nell'ultima settimana quest'ultimo è passato dai 4.500 a quasi 8.000 euro di valore.
Le Stablecoin quindi sono particolarmente adatte ai micropagamenti, mentre il Bitcoin secondo alcuni esperti è ormai una sorta di oro digitale, viste le oscillazioni di prezzo a cui è sottoposto.
La nuova Globalcoin di Facebook sarà inoltre basata sulla tecnologia blockchain, visto che la società di Menlo Park ha investito tantissimo in una società specializzata , ma si tratterà di un modello di blockchain privata , cioè, sarà proprio Facebook a gestire numero e diffusione dei propri nodi, stabilendo direttamente la governance della rete.
Qui andiamo a sottolineare un'altra differenza con i Bitcoin, visto che questi ultimi sono basate su blockchain pubblica, quindi , può accedervi chiunque e non esistono proprietari singoli, di conseguenza non può essere controllata da un singolo individuo.

Facebook inoltre vuole creare una valuta accessibile a tutti, anche a chi non possiede un conto corrente, come ad esempio in India , dove proprio Facebook , sta lavorando per trasformare WhatsApp nel mezzo di pagamento con cui i lavoratori all'estero possono inviare denaro a casa delle loro famiglie.
La spesa dei Globalcoin potrebbe essere verso negozi online  o addirittura cambiati in banca o in un punto Western Union, questo quindi dovrebbe, da un certo punto di vista, garantire una maggiore tracciabilità delle transazioni , resta comunque da vedere che Facebook non intriduca anche una sorta di carta usa e getta, come quelle di Amazon o Netflix per intenderci.
Infine , secondo David Gerard, esperto di blockchain , il progetto di Facebook , porterebbe quest'ultimo ad ottenere l'accesso ai nostri preziosi dati di spesa, avvicinandosi di più a quanto possa essere attualmente Paypal piuttosto che criptovalute. 

Nessun commento

Powered by Blogger.