L'Intelligenza Artificiale arriva nelle prigioni cinesi

Nelle prigioni in Cina, l'intelligenza artificiale viene sviluppata per il controllo dei detenuti


La Cina si appresta ad essere la prima Nazione al mondo ad utilizzare l'intelligenza artificiale per monitorare costantemente , 24 su 24 i propri detenuti.

Nuovi sviluppi in quella parte di mondo, il monitoraggio tramite intelligenza artificiale è realtà, almeno in Cina, il funzionamento avverrebbe tramite dei braccialetti intelligenti che tengono sotto stretto controllo la posizione del detenuto e di conseguenza la sua frequenza cardiaca, questa serve soprattutto ad identificare eventuali comportamenti anomali , come può essere ad esempio la violenza o l'autolesionismo.
Altro fattore di grande importanza nello sviluppo di questa tecnologia è la realizzazione di strutture robotiche per la ricerca di eventuali sostanze vietate nelle feci dei detenuti stessi, con sistemi di videosorveglianza in rete, molto complessi e di conseguenza , estesi ad alcuni speciali software di intelligenza artificiale per il riconoscimento di eventuali comportamenti anomali.

Già iniziati i test , la prima prigione interessata è quella di Yancheng, dove già si tengono sotto controllo con i braccialetti i vari detenuti, il tutto in tempo reale e tramite sensori direttamente installati nelle celle di questi ultimi, i vari dati raccolti , vengono gestiti da un server centrale , che grazie appunto all'intelligenza artificiale riconosce in modo completamente autonomo i vari comportamenti dei detenuti, includendo un'analisi giornaliera sul comportamento e sui parametri vitali.
Infine, la Tiandy  Technologies, azienda che sta lavorando a stretto contatto sullo sviluppo di queste tecnologie all'interno delle carceri  , conferma che questo tipo di approccio tecnologico in un certo tipo di ambiente , non fa altro che contribuire ad identificare comportamenti o violenze non giustificate, tenendo sempre sotto controllo tutto il "quieto vivere" della struttura.

Nessun commento

Powered by Blogger.