IBM, in grado di prevedere lo sviluppo del cancro al seno con l'IA

IBM e lo sviluppo di un'intelligenza artificiale in grado si prevedere il cancro al seno.

IBM cancro

Quando si parla di IBM , non si fa riferimento soltanto allo strapotere nel campo dell'informatica e della tecnologia in generale, infatti il colosso americano è anche l'azienda che possiede più brevetti al mondo.

Giusto per stare al passo con i tempi, lo sviluppo , da parte di IBM è incentrato sulla previsione del cancro al seno, tramite una propria intelligenza artificiale , con una percentuale di successo simile a quella dei migliori radiologi al mondo, la notizia si è subito diffusa ed è stata la stessa azienda tramite un post a rendere pubblica la notizia sullo sviluppo della nuova tecnologia.
Lo studio è stato reso pubblico anche dalla rivista Radiology ( famosa rivista medica) , infatti spiega come la previsione non avviene soltanto tramite IA e mammografie, ma anche prendendo in considerazione la storia clinica del paziente , ricavando dati da biopsie, test di laboratorio e fattori generali di rischio, l'efficacia del metodo è stata dimostrato essere pari all'87% dei casi analizzati , ma non solo, lo studio su questo nuovo metodo di prevenzione al cancro ha dimostrato anche che nel 77% non c'erano fattori di rischio, insomma un passo avanti anche in campo medico , grazie alla giusta applicazione della tecnologia nel settore.
Si tratta di una nuova metodologia ed un nuovo approccio , che potrebbe essere applicato in un futuro non molto lontano, vista l'implementazione sempre più insistente dell'intelligenza artificiale nelle nostre vite, aiutando di conseguenza anche i radiologi a confermare o smentire la presenza di malattie "pericolose" al seno, visto e considerato che i cattivi risultati di fatto possono influire negativamente sullo stress psicologico del paziente , è anche vero che le malattie con questo trattamento, possono essere diagnosticate molto prima, aiutando e non di poco il successo complessivo del trattamento di guarigione.

Un esempio applicato alla realtà è stato messo in atto da un gruppo di radiologi che avevano inizialmente classificato come non maligni 71 diversi casi, ma che nel giro di un anno si cono rivelati maligni, grazie quindi al sistema sviluppato da IBM , l'IA è riuscita a prevedere il 48% dei casi di cancro, che altrimenti con il solo responso dei radiologi, non sarebbe mai stato identificato.
Risulta quindi un motivo in più per affidarsi alle tecnologie , quando queste sono studiate per essere implementate nel modo più corretto possibile, soprattutto se si tratta dell'ambito medico e della vita delle persone.

Nessun commento

Powered by Blogger.