La Cina ha la capacità di disconnettersi dalla rete globale quando vuole

Isolata dal resto del Mondo, la Cina ha la capacità di controllo totale della propria rete.

cina

Tutta opera di Deng Xiaoping, il sistema di controllo e censura di internet, che ha creato delle reti che sembrano più una intranet che una rete globale.

Senza compagnie telefoniche straniere sul territorio, con un traffico segregato all'interno dei confini e sotto il controllo delle autorità, la Cina è il paese più isolato dalle influenze esterne.
La multinazionale Oracle , ha analizzato l'infrastruttura con cui la Cina si connette all'internet globale e il traffico dati, quest'ultima utilizza esclusivamente compagnie nazionali , per collegarsi con il resto del mondo utilizza dei punti di accesso "nazionali" collocati in altri paesi , come ad esempio gli Stati Uniti e l' Europa.
Pechino dunque si affida solo alle proprie compagnie che hanno impiantato i loro snodi in giro per il mondo, quindi i ricercatori di Oracle hanno scoperto che il 100% dei pacchetti viaggia all'interno del paese , e nessun altro paese utilizza reti cinesi per far viaggiare i propri dati , una situazione simile se così la si può chiamare ce l'hanno gli Stati Uniti , dove il 98% del traffico resta all'interno del paese.
Quindi secondo lo studio, la Cina potrebbe staccarsi dall'internet globale e tenere in piedi tranquillamente delle connessioni domestiche, tutto questo porta un vantaggio alla Cina, rispetto agli altri paesi.
Infatti, secondo Fabio Rugge , a capo dell'osservatorio di cyber-security dell'Istituto per gli studi di politica internazionale : " In caso di conflitto la Cina si può disconnettere dalle reti globali mantenendo sostanzialmente inalterato il flusso dati e l'operatività dei servizi dentro i suoi confini, a differenza dell'occidente, che ha lasciato al mercato il compito di espandere i servizi internet. La nostra capacità di deterrenza di cyberwarfare verso quel paese è spuntata, di fatto è una questione non lontana dalle forniture della tecnologia 5G".
Di contro però , secondo Plinio Innocenzi docente dell'Università di Sassari e consulente scientifico dell'ambasciata italiana a Pechino " Le aziende cinesi usano VPN in modo legale , altrimenti non potrebbero fare business con l'estero, quindi per un sistema che vive di export questa è una debolezza"

Sebbene la Cina sia l'esempio più lampante di controllo della rete, non è l'unico Paese che gioca le sue carte per isolare le infrastrutture , la stessa Russia ha un progetto di legge per staccarsi dall'internet globale , ed il kazakhstan sta avviando protocolli per analizzare tutto il traffico dati, insomma si entra nell'era della privatizzazione di internet per come la conosciamo.


Nessun commento

Powered by Blogger.